La maionese non è maionese, e altre storie

DSC_0487

Finalmente abbiamo internet a casa! E abbiamo pure la tele! Posso ascoltare il grugrugru tutto il giorno (in casa, in ufficio nessuno dice mai niente, ehm).
Ci stiamo stabilizzando nella nostra quotidianità, veniamo al lavoro in bici, il sole splende e lunedì iniziamo con le lezioni di francese. One-to-one. Vi manterrò informati, perchè ci sarà da ridere.

Lo scorso fine settimana siamo usciti in esplorazione del territorio locale e siamo arrivati fino a Palavas-les-Flots e al mar Mediterraneo. La previsione metereologica era la seguente: “nebbia al mattino presto, si alzerà a partire dalle 10”. Ovviamente questo non è successo e il cielo è rimasto grigio e plumbeo per tutto il giorno (mi son sentita a casa); nonostante questo abbiamo fatto una passeggiata molto gradevole di circa 12 km di andata e 12 km di ritorno, divertendoci in questa scampagnata (alla fine, viviamo in un paesone del tipo Alessandria, per quanto la gente di qui pensi altrimenti).

DSC_0484

Ovviamente la spiaggia era nel suo più triste stato invernale, anziani a passeggio e mare grigio. Che brutta la spiaggia in inverno (meno quella galiziana, che è bella sempre – da vedere, non da farcisi il bagno :D). Insomma, è stato divertente, e in più ho visto cavalli e fenicotteri.

A casa, invece, ho potuto provare il forno, che funziona molto molto bene. A parte un piccolo incidente con la pizza, che oggi dovrò raspare con una spatola di adamantio dalle pareti del forno, ho molta voglia di provare a preparare qualche bella torta o varietà di pane. È pure uscito questo libro, meraviglioso, che voglio assolutamente comprare e preparare qualche prelibatezza.
Parlando di tutto un po’, fate molta attenzione quando comprateDSC_0473 maionese in Francia. Se volete maionese per davvero, controllate che abbia la dicitura “senza senape”. Perché qui la maionese contiene sempre senape. Sempre. Meno male che mi piace, la senape…

L’altro giorno ho chiesto alle colleghe, durante un pranzo, se mi potevano consigliare qualche ricetta per provare la famosa salsa francese. La risposta è stata, in un 90%: “Non mi piace la senape”. Sarà che sono giovani, ‘ste ragazze (o grame, o entrambe le cose).

E infine, la burocrazia. Finalmente invierò tutti i documenti per ricever il numero della previdenza, che mi arriverà in “solo” 7 settimane circa. Il consolato di Marsiglia, da parte sua, non mi ha ancora risposto, ma spero che il mio nuovo indirizzo sia stato registrato nell’AIRE. E fino all’anno prossimo non ne voglio più sentir parlare, di storie burocratiche!

Infine (davvero, questa volta) i gatti stanno bene, mangiano come se non ci fosse un domani e stanno iniziando ad esplorare il balcone. Bolita ha scoperto la finestra e molti altri angolini in cui infilarsi e dai quali guardarci di sbieco.

Anuncios

Responder

Introduce tus datos o haz clic en un icono para iniciar sesión:

Logo de WordPress.com

Estás comentando usando tu cuenta de WordPress.com. Cerrar sesión / Cambiar )

Imagen de Twitter

Estás comentando usando tu cuenta de Twitter. Cerrar sesión / Cambiar )

Foto de Facebook

Estás comentando usando tu cuenta de Facebook. Cerrar sesión / Cambiar )

Google+ photo

Estás comentando usando tu cuenta de Google+. Cerrar sesión / Cambiar )

Conectando a %s